Architetto

Anno di realizzazione

2020

Nella meravigliosa cornice delle colline che compongono il paesaggio della Langhe, nei pressi di Monforte d’Alba, l’architettura deve saper accogliere e rispettare l’ambiente ma anche introdurre stile, innovazione e comfort sostenibile. Da questi stilemi è nato il progetto firmato dall’Arch. Carlo Brocardo. 

La cascina è immersa nelle colline delle Langhe, con prospettive paesaggistiche rilevanti che affacciano sulle valli di Cuneo e le Alpi poco distanti. La residenza si trova a mezza collina, con un orientamento favorevole all’irraggiamento solare massimo durante la giornata. Il progetto, come richiesto dai committenti, mantiene le linee esterne dell’originale edificio risalente agli anni ’60, andando per a destrutturare gli interni cambiandone destinazione e forme. 

Per creare il necessario comfort di spazi per le diverse esigenze dei proprietari, è stata recuperata tutta la parte non abitativa che in passato era destinata a stalla, fienile e deposito attrezzi, andando così ad intervenire in modo adeguato su queste strutture. Isolamenti e impianti sono stati adattati e progettati nel rispetto al pensiero molto green della committente, che ha voluto scegliere, giustamente, sistemi molto performanti sul piano energetico. Geometrie esterne ed interne molto lineari e minimaliste compongono la cascina, che si organizza su due livelli abitativi fuori terra, un garage ricavato da una vecchia tettoia e un portico con cucina esterna, il tutto circondato da circa 2000 mq di terreno dove trova posto la piscina a sfioro. La relazione stretta fra spazi abitativi e spazi esterni è molto evidente ed è aiutata dall’impiego di elementi in pietra a “piazza” che favoriscono la connessione concettuale e visiva.

Il giardino è composto da elementi vegetali che si riallacciano al paesaggio naturale; le macchie di verde sono collegate da sentieri leggeri, con il risultato di ottenere un effetto di completa immersione nella natura, con tutti i colori e profumi tipici del paesaggio collinare. La piscina trova spazio nella zona di terreno con maggiore pendenza, per accentuare maggiormente l’effetto “balcone”: sembra fluttuare nel verde, aperta verso il cielo e il profilo delle colline

Spazi destrutturati con gusto contemporaneo

Lo spazio interno, destrutturato e libero dagli standard tradizionali, unisce ora gli ambienti e le destinazioni d’uso che per prima erano divise, creando una sensazione ariosa di spazio e di comunicazione. Al piano terreno è collocata la zona giorno e una parte di zona notte con bagno privato e cammina armadio. Il soggiorno, ricavato dalla vecchia stalla, è caratterizzato con uno spazio a doppia altezza che comunica con l’altra parte di zona notte, al primo piano, tramite la scala che fa da trait d’union fisico tra i due livelli.

L’ampia e alta vetrata regala luce e panorama al soggiorno e alla zona notte del piano terra. L’ambiente cucina è aperto e diviso dalla zona pranzo solo con il caminetto. Al primo piano, un ambiente open-space si affaccia sugli ambienti sottostanti e dà accesso alle tre camere e a due eleganti e particolari ambienti bagno. C’è anche una zona studio che fa da cerniera: da qui si diramano due passerelle in ferro e legno che danno accessibilità con leggerezza alle terrazze esterne, pensate per il relax. Anche l’illuminazione è stata pensata per ogni ambiente, partendo dal grande lampadario moderno che illumina il soggiorno a doppia altezza. Spot e faresti mettono in risalto alcuni dettagli della struttura architettonica e del suo décor. Molti arredi sono stati disegnati dall’Arch. Brocardo: le librerie, le consolle, le pareti attrezzate; sempre al suo lavoro progettuale si deve la scelta dei materiali utilizzati per le finiture e per gli arredi come il legno, il cartongesso, i tessuti, le pelli, le ceramiche e i marmi pregiati dei bagni. 

Per volontà dettata da una passione del cliente è stata progettata anche un’ampia cantina, utilizzata dai proprietari per i vini e per la dispensa, dove non mancano mai i prodotti del territorio: una scelta che aggiunge al progetto un profondo legame di appartenenza ad una terra che regala colori, profumi, sapori ed emozioni.